Libri, letture e autori


Immagine reperita sul web se qualcuno o ne riconosce e i diritti mi contatti che sarà mia cura menzionarne la fonte

Ciao a tutti, oggi vorrei parlarvi del genere di lettura che prediligo: i libri gialli.

E si, sono una appassionata di questo genere letterario, mi piacciono le trame complicate con all’ interno diversi personaggi che si intersecano quali tutti potenzialmente autori del o dei delitti del racconto, tra i miei scrittori preferiti di libri gialli spiccano Donato Carrisi e Michael Connelly.
Nonostante la mia preferenza sia quella appena descritta, con questo però non diniego i libri più semplicemente polizieschi, di indagini più soft rispetto a un thriller.
Da qualche anno a questa parte, ho preso ad acquistare i libri di mio interesse in formato eBook, anche perchè tra saggi, narrative, romanzi miei e di mio marito, non abbiamo più spazio nelle librerie in casa e non teniamo neppure lo spazio dove inserirne di nuove, il formato eBook è un’ ottima alternativa per continuare a leggere libri e sempre di nuovi, ma sui nostri tablet.

Con questo metodo di lettura ho anche scoperato dei nuovi autori che ho imparato ad apprezzare e seguire su Kindle in primis, i quali vengono suggeriti in base alle proprie preferenze che vengono richieste al momento dell’ iscrizione, informazioni che invece altre piattaforme non richiedono, difatti su queste si fanno semplicemente le ricerche degli autori o dei titoli di proprio interesse.
A proposito di nuovi scrittori che ho avuto modo di conoscere, ve ne sono tre che mi piacciono in particolar modo:
Federico Maria Rivalta, Elena Andreotti e Daria Lucca.

Tutti e tre gli autori sono scrittori di libri di indagini poliziesche ma con caratteristiche ben diverse gli uni dagli altri.

Immagine reperita sul web se qualcuno o ne detiene i diritti mi contatti che sarà mia cura menzionarne la fonte

Federico Maria Rivalta scrive polizieschi con protagonista un cronista distratto e imprevedibile: Riccardo Ranieri, il quale si occupa di cronaca nera e per scrivere i suoi articoli e avere la meglio sugli altri giornali locali, finisce sempre con l’ indagare e il mettersi nei guai e, alle volte anche roccamboleschi. L’ autore di questi libri condisce il noir con una certa ironia e devo dirvi che spesso e volentieri nel leggerlo sorrido, perchè riesce a rendere simpatico e, se vogliamo, anche un pò imbranato e ingenuo, il suo giornalista.
È tutta una serie di libri che trovo interessanti come indagini, con delle trame che comunque incuriosiscono e senza che hanno quel non so che… Che una pagina tira l’ altra. Li definirei una lettura che appassiona e anche rilassante considerata appunto l’ ironia dello scrittore.
Federico Maria Rivalta non è nato come scrittore, ma bensì lo è diventato e, come dice lui, ha scoperto la scrittura tardi. Il suo mondo lavorativo è sempre stato il mondo della finanza tra numeri matematici, statistiche, investimenti etc., ma a un certo punto della sua vita si rende conto di essere insoddisfatto della professione nonostante la bravura e le soddisfazioni anche economiche, decide di abbandonare il lavoro e di iniziare a scrivere e, poiché anche lui appassionato di letture poliziesche, film gialli etc., comincia con il creare un primo libro con protagonista il suo giornalista imprevedibile…

Elena Andreotti altra scrittrice che mi piace tanto, trame accattivanti con dinamiche interessanti di delitti criminosi, intriganti a tal punto che non si vede l’ora di scoprire la soluzione del racconto. Oltre a queste trame interessanti quello che mi piace ulteriormente della scrittrice è la descrizione anche dettagliata delle ambientazioni dei suoi racconti, per lo più adattati sulle colline romane e zone limitrofe Roma…
Elena Andreotti anche lei proviene da un mondo lavorativo che non avrebbe nulla a che vedere con la letteruta. Laureata in sociologia con specializzazione in bioetica, ha lavorato per vent’anni anni nella Pubblica Amministrazione dove si è sempre occupata di sistemi informatici e della formazione del personale, attualmente è in pensione ed è titolare di un blog qui su WordPress che si chiama “Non solo campagna”. Dalle varie ricerche che ho effettuato sull’ autrice, non è emerso se abbia comunque sempre scritto libri (anche perchè ne ha pubblicati parecchi) oppure se la vena letteraria sia comparsa da quando ha abbandonato il mondo del lavoro.

Daria Lucca invece l’ ho scoperta da pochi mesi, ho letto due libri polizieschi ed entrambi mi hanno entusiasmata. Il suo personaggio è Armanda Garrone la vicequestrice di Siena e difatti il suo primo poliziesco è ambientato a Siena e nelle colline senesi, il titolo è ” La mossa dell’ impicato” un giallo ricco di personaggi e intrighi una trama accattivante, con diversi appunto personaggi che rendono interessante il libro.
Il secondo suo libro poliziesco invece si intitola: “Morte sottovento”, quest’ ultimo sempre protagonista la vicequestrice Armanda Garrone che questa volta si ritroverà ad indagare ben lontano dalla sua sede, difatti l’ ambientazione è Santamargherita, il golfo del Tigulio e la loro rispettiva provincia. Anche in quest’ ultimo caso un poliziesco dalla trama sensazionale e attuale, che mette in evidenza il tema della criminalità organizzata e parla del traffico di organi; come potrete intuire la narrativa è molto coinvolgente.
Ebbene, anche questa scrittrice pur non trascurando il nocciolo delle narrazioni, si sofferma a descrivere direi in modo magistrale le ambientazioni e scenografie e oserei dire che, anche per questa autrice, gli habitat siano molto importanti. Personalmente di entrambi i libri conosco i luoghi e nel leggerli ho rivisto quei paesaggi e mi ha fatto riprovare le sensazioni di quando li ho visitati e ammirati.
Daria Lucca invece a differenza dei sopra citati autori, fa parte del mondo letterario poichè è una giornalista professionista la quale scrive anche su “Il fatto quotidiano”, la sua carriera la iniziò come cronista giudiziaria, tra i suoi libri difatti ha pubblicato un saggio sulla Giustizia italiana e uno sulla strage del Dc9 Itavia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...